• QUICK SERVICE CONDIZIONATORI MITSUBISHI SNC

    img.jpeg

  • QUICK SERVICE CONDIZIONATORI MITSUBISHI SNC

    img.jpeg

CONDIZIONATORI IN PROMOZIONE

Per conoscere tutte le offerte e le promozioni riservate per la nostra clientela, vieni in ditta oppure chiamaci.

 

CHIAMA IL 347 2253090
Offriamo preventivi gratuiti e senza impegno.

vendita condizionatori

DETRAZIONI FISCALI AL 50% e 65%

detrazioni fiscali per condizionatori
vendita condizionatori

Agevolazioni statali sull'acquisto di condizionatori con pompa di calore anno 2016

fino a FINE DICEMBRE 2016 è possibile ottenere il contributo statale del 50%. e in casi particolari anche del 65% - Approfittane!


Come usufruire della detrazione

 

La detrazione fiscale è valida per:

 

l'acquisto di condizionatori in pompa di calore

 

la fornitura e l'installazione di un climatizzatore

 

Occorre effettuare il pagamento mediante un bonifico.

 

Non tutti i soggetti, però, sono ammessi alla detrazione. Possono accedere al beneficio, infatti, solamente il proprietario, il nudo proprietario, il locatario e il comodatario (previa registrazione del contratto di comodato), il titolare di un diritto reale di godimento sull’immobile (circolare n. 57/E/1998 e circolare n. 121/E/1998).

Inoltre, per perfezionare i pagamenti, è necessario utilizzare il modello di bonifico specifico per le detrazioni fiscali, con applicazione della ritenuta obbligatoria.).

.

È inoltre importante verificare se il regolamento edilizio comunale prevede qualche specifica autorizzazione amministrativa per l’effettuazione di tale intervento; solamente nel caso in cui non sia prevista alcuna documentazione particolare, ai fini della detrazione è necessario predisporre apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, in cui sia indicata la data di inizio dei lavori ed attestata la circostanza che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili, pure se i medesimi non necessitano di alcun titolo abilitativo, ai sensi della normativa edilizia vigente.

 

 

Veniamo ora alle “condizioni di accesso” alla detrazione del costo dell’impianto.

 

La prima modalità di “accesso” consiste nel mero acquisto del condizionatore senza nessun intervento di ristrutturazione particolare; questo è il caso in cui nell’immobile sia già predisposto l’impianto di condizionamento, ma manchi proprio il condizionatore. Ebbene, tale acquisto è agevolato con il recupero del 50% del costo sostenuto nel corso dei 10 anni successivi, recupero che viene effettuato materialmente con la compilazione della dichiarazione dei redditi annuale e l’applicazione della relativa detrazione. In questo caso il pagamento deve avvenire con il bonifico specifico per le detrazioni fiscali ed è necessario conservare, oltre alla specifica documentazione, anche la scheda tecnica del prodotto.

 

La seconda modalità di "accesso” consiste nel collegare l’acquisto del condizionatore all’intervento di ristrutturazione edilizia effettuato nell’immobile. Tale è il caso in cui il proprietario (o uno dei soggetti ammessi alla detrazione come sopra individuati) abbia effettuato un determinato intervento per il quale è prevista la detrazione per le ristrutturazioni edilizie e abbia acquistato un condizionatore con pompa di calore.
In questo caso è necessario effettuare il pagamento mediante il bonifico recante la normativa di riferimento, la causale relativa ai lavori, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e la partita IVA o il codice fiscale del rivenditore. Inoltre deve essere conservata tutta la documentazione necessaria.

 

La terza modalità "accesso” è quella prevista dal bonus mobili e grandi elettrodomestici, che è quella più agevole per i compratori, in quanto è possibile sostenere il costo del condizionatore sia con carte di credito sia con carte di debito (circolare n. 29/E/2013). Ulteriore novità: se si rientra in tale detrazione, non è più necessario perfezionare il pagamento attraverso bonifico specifico, in quanto è sufficiente il bonifico ordinario (circolare n. 7/E/2016).


Tuttavia, per poter accedere al beneficio, bisogna aver sostenuto almeno un intervento di ristrutturazione edilizia a decorrere dalla data del 26 giugno 2012, data dalla quale si applica la maggiore detrazione del 50% (si ricorda, infatti, che fino a tale data la detrazione per le ristrutturazioni edilizie prevedeva una aliquota del 36%).

 

 

 

 

 

QUICK SERVICE | 35/F, Via Sanremo - 10137 Torino (TO) - Italia | P.I. 07762630015 | Tel. +39 011 3161724   - Cell. +39 347 2253090 | Fax. +39 011 3161724 | paolosic@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy